Sara Carani - Logopedista

Mi sono laureata presso l’Università di Pisa presentando una tesi sperimentale dal titolo “L’utilizzo di materiale multimediale a sostegno della riabilitazione logopedica del paziente ipoacusico: una proposta di
training percettivo-uditivo”, progetto che mi ha permesso di approfondire il ruolo del logopedista nella valutazione e nel trattamento della sordità.
Nel corso della mia formazione ho avuto modo di approcciarmi alla disabilità e alle conseguenze che questa comporta all’interno della famiglia: ciò mi ha permesso di riflettere sul ruolo del terapista di fronte alla difficoltà di comunicare un bisogno o di comprendere un compito e, soprattutto, sull’importanza della collaborazione attiva della famiglia affinché il trattamento sia un’occasione di crescita a tutti gli effetti.

I miei Serivizi

Parliamo di disturbo specifico di linguaggio laddove sia compromessa la comprensione o la produzione del linguaggio in assenza di problematiche cognitive, sensoriali, relazionali. Il logopedista può intervenire precocemente attraverso una valutazione approfondita e accurata, a cui farà seguito un programma riabilitativo personalizzato generalmente dalla cadenza settimanale.

Il disturbo specifico dell’apprendimento include una serie di quadri
clinici in cui l’elemento comune è rappresentato da un deficit che riguarda una o più abilità scolastiche.

I deficit possono riguardare:
• La lettura (Dislessia)
• La scrittura (Disgrafia, Disortografia)
• Il calcolo (Discalculia)

In tutti questi casi il logopedista può eseguire una esauriente valutazione delle difficoltà presenti, seguita da un trattamento personalizzato teso al potenziamento dell’abilità carente.

Il modo in cui deglutiamo si modifica durante la crescita: passiamo da una deglutizione fetale ad una neonatale, mista e successivamente adulta. La deglutizione deviata è caratterizzata dalla permanenza, oltre il limite fisiologico dell’età, di una deglutizione tipica dell’età infantile, con deviazione della spinta linguale sia in condizioni di riposo, sia durante l’atto deglutitorio. In tutti questi casi il logopedista può eseguire una esauriente valutazione degli eventuali squilibri orofacciali presenti, seguita dall’attivazione di un trattamento miofunzionale a cadenza settimanale.

Un danno uditivo precoce e significativo può influire sfavorevolmente sullo sviluppo verbale e linguistico del bambino e produrre ulteriori conseguenze sulla comunicazione, sullo sviluppo psicologico, scolastico e sociale. Allo stesso modo una perdita uditiva che si manifesta in età adulta può comportare l’isolamento del paziente ed il peggioramento della qualità della vita familiare, lavorativa e sociale. Il logopedista esegue una accurata valutazione delle abilità percettive del paziente ipoacusico, per poi procedere con l’impostazione di un programma riabilitativo efficace.

Con il termine disfonia intendiamo un disturbo a carico della produzione vocale che può colpire individui di ogni età.
La disfonia può presentarsi sia su base organica che funzionale; gli organi interessati dalla disfonia sono quelli connessi alla funzione fonatoria, relativa all’emissione della voce e dei suoni: corde vocali, bocca, naso, faringe, laringe e trachea.
Il paziente disfonico presenta una voce roca, soffiata, gracchiante: il logopedista interviene precocemente fornendo consigli di igiene vocale e proponendo un trattamento personalizzato teso alla rieducazione dei disturbi vocali.

L’afasia è un disturbo caratterizzato dalla perdita, totale o parziale, del linguaggio, causato dalla lesione di alcune aree cerebrali. Può riguardare la produzione e/o la comprensione del linguaggio, parlato e/o scritto. Prima di iniziare un trattamento riabilitativo è necessario procedere alla valutazione attraverso un accurato esame del linguaggio: ciò permetterà di comprendere quale sia il tipo e il grado di disturbo afasico, oltre a favorire l’impostazione di obiettivi adeguati. Lo scopo della logopedia è garantire il recupero, laddove possibile, di una comunicazione efficace, sfruttando le abilità residue e i punti di forza del paziente.

Mail. logopedista.saracarani@gmail.com

Cell. 392 07 96 576