Che cos’è la psicoterapia familiare?

La terapia familiare può aiutare a ridurre i conflitti all’interno della famiglia aiutando i componenti di essa a capire cosa sta succedendo a livello di sistema, con l’obiettivo di favorire l’espressione e i sentimenti a lungo tenuti nascosti, e di migliorare la qualità delle relazioni all’interno della famiglia.

Quando è utile una psicoterapia familiare?

La terapia familiare è un approccio psicoterapico finalizzato al miglioramento della qualità della vita di tutti i componenti di una famiglia ove sussistano problematiche di natura relazionale all’interno del nucle familiare che viene preso in carico in maniera completa. L’intervento psicoterapeutico non è solo sull’individuo considerato come il paziente designato ovvero colui che porta il sintomo ma bensì sulla famiglia; di conseguenza il comportamento sintomatico del paziente viene messo in relazione con i comportamenti, i sentimenti e le aspettative e degli altri membri. Il sintomo del paziente designato non si manifesta più e solo come disagio del singolo ma come qualità propria del sistema familiare a cui il soggetto appartiene. Fondamentale quindi il significato relazionale e la funzione dei sintomi.

Il terapeuta entra nel sistema familiare ed utilizza i suoi interventi comunicativi per favorire il processo di cambiamento utilizzando la sua capacità trasformativa. Il ruolo del terapeuta sarà attivo, direttivo e prescrittivo. Gli interventi sono fondati sull’aspettativa di un effetto pragmatico della propria comunicazione ( verbale e non) basata su una determinata ipotesi formulata sulle modalità di funzionamento del sistema familiare. Quindi un lavoro per rinforzare il cambiamento ma facendo attenzione a non scalfire troppo prematuramente la conservazione, tenendo presente che le paure che bloccano il cambiamento del sistema possono provocare una chiusura di esso ed un espulsione dell’elemento estraneo vissuto come pericoloso decretando la fine della terapia.

Alcuni ambiti di interventi in cui siamo specializzati e dove può essere consigliata una terapia familiare:

  • Disturbi alimentari (Anoressia e bulimia)
  • Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC)
  • Disturbo di Personalità Psicotica
  • Depressione
  • Crisi adolescenziali
  • Momenti di passaggio della famiglia per eventi ordinari e straordinari.

Come funziona? (Costi e Tempi)

  • I costi e la durata fanno spesso riferimento all’orientamento psicoterapico seguito dallo specialista, in ambito sistemico relazionale le sedute hanno una cadenza ogni due settimane. I costi di norma vengono concordati nel corso del primo incontro così in linea di massima anche i tempi.

Può succedere in taluni casi che l’intervento sia fatto settimanalmente soprattutto nei momenti in cui la conflittualità all’interno della famiglia è molto elevata.

 

Terapia Post Divorzio

Mediazione Familiare

Inviaci un messaggio per maggiori info

Compila il Form