Cos’è la neuropsicologia?

La neuropsicologia è una scienza che studia i processi cognitivi e comportamentali correlandoli con i meccanismi anatomo-funzionali cerebrali. Lo psicologo con formazione in neuropsicologia dello sviluppo è dunque una figura sanitaria specializzata che si occupa della prevenzione, diagnosi e cura di difficoltà o disturbi che possono insorgere nelle varie sfere di sviluppo quali linguistica, motoria, cognitiva ed emotiva-relazionale. Lo psicologo specializzato in neuropsicologia dello sviluppo può aiutare il genitore nel momento in cui si osservano dei ritardi nelle principali tappe di sviluppo (ritardo di linguaggio e/o ritardo psicomotorio), difficoltà nell’apprendimento scolastico disturbi specifici di apprendimento (DSA), disturbi di attenzione e ipe- rattività (ADHD), difficoltà comportamentali, difficoltà emotive o disagio emotivo, disturbi di coordinazione motoria (DCD), disturbi nella comunicazione sociale e comportamenti ripetitivi e interessi ristretti (disturbo dello spettro autistico) e difficoltà visuo-spaziali.

Valutazione Neuropsicologica

La valutazione neuropsicologica ha l’obiettivo di esaminare in modo preciso ed analitico le singole abilità strumentali (lettura, scrittura e abilità di calcolo), il linguaggio e il livello cognitivo generale di base del bambino. Si esaminano, inoltre, le funzioni cognitive di base (memoria, attenzione, abilità visuo-motorie) e il comportamento. La valutazione neuropsicologica permette di misurare tali abilità mediante la somministrazione di test neuropsicologici di valutazione globale (test cognitivi) e di test neuropsicologici funzione-specifici.

La valutazione neuropsicologica in età evolutiva comprende:

  • Raccolta dei dati anamnestici;
  • Colloquio psicologico con i genitori (utile per raccogliere informazioni sulle difficoltà del bambino nell’ambiente di vita);
  • Esecuzione dei test neuropsicologici e di specifici questionari strutturati per l’analisi del comportamento del bambino;
  • Stesura scritta della valutazione;
  • Colloquio psicologico clinico di restituzione dei risultati.

Riabilitazione Neuropsicologica

A seguito della valutazione neuropsicologica è possibile effettuare cicli di riabilitazione neurocognitiva al fine di aiutare il bambino nel recupero dell’abilità cognitiva risultata deficitaria, per migliorare il suo funzionamento sociale e adattivo all’ambiente.

Il programma di riabilitazione è strutturato in obiettivi a breve, medio e lungo termine.

Il concetto di riabilitazione neuropsicologica si fonda su presupposti teorici quali la plasticità cerebrale, ossia le capacità del cervello di modificare la propria struttura e funzionalità, sia a livello neuronale che cognitivo, in risposta a richieste e stimoli provenienti dall’ambiente e mediante la stimolazione di processi di apprendimento.

Inviaci un messaggio

Compila il Form